ICONA FACEBOOK   ICONA FLICKR   ICONA YOUTUBE

TUTTI INSIEME CON LE PAROLE PER LA TERRA

Si svolgerà nei giorni 25-26-27 gennaio 2024 l’edizione di “Parole per la Terra”, la manifestazione dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, volta a promuovere la conoscenza di terremoti, vulcani, ambiente e le attività messe in campo in tema di prevenzione dei rischi naturali correlati.

La sezione di Palermo dell’INGV parteciperà venerdì 26 gennaio 2024 con i seguenti eventi:

  • dalle 10 alle 12 | presso la scuola secondaria di secondo grado “Thomas More” – Palermo

Seminario “Cambiamenti climatici e impatto antropico” a cura di Giorgio Capasso.

  • dalle 9 alle 13 | presso la scuola secondaria di secondo grado “Don Giovanni CollettoCorleone – Palermo

Seminario “Vulcani terremoti e dinamica terrestre” a cura di Sergio Bellomo.

In questa edizione verranno proposte iniziative in molte sedi dell’INGV situate in tutto il territorio nazionale.

Il programma completo delle giornate è disponibile sul portale web dell’INGV: https://www.ingv.it/stampa-e-urp/stampa/comunicati-stampa/evento-dal-25-al-27-gennaio-tutti-insieme-con-le-parole-per-la-terra

In ricordo del prof. Paolo Censi

Il Prof. Paolo Censi associato in Geochimica del corso di Laurea in Geologia e Scienze Ambientali
presso il dipartimento DISTEM dell’Università di Palermo è scomparso nel pomeriggio dell’11
gennaio u.s.. Era il perfetto geochimico dato che aveva prima conseguito nel 1980 la laurea in
scienze geologiche e 10 anni dopo quella in chimica.
Paolo aveva collaborato con diversi ricercatori dell’INGV nel campo della geochimica delle acque in
sistemi vulcanici e tettonici con particolare riferimento al comportamento e al frazionamento di Zr
e Hf durante l’interazione acqua-roccia.
La storia scientifica di Paolo inizia alla fine degli anni 70, quando nasce a Palermo ad opera del
Prof. Antonio Longinelli la geochimica isotopica per gli isotopi stabili e il relativo laboratorio e
Paolo Censi, allora studente laureando, faceva parte del gruppo di docenti e studenti che si sono
impegnati a costruire la tradizione e le infrastrutture che tuttora operano sia presso l’università,
sia presso l’INGV.
Il suo interesse scientifico iniziò con ricerche sulla composizione isotopica del carbonio dei
carbonati con particolare riferimento alle serie evaporitiche della Sicilia e sulla composizione
isotopica di H e O nelle acque.
Il suo impegno di giovane ricercatore fu premiato 1986 con l’attribuzione a Paolo da parte della
S.I.M.P. (Società Italiana Mineralogia e Petrografia) del premio “Carlo Minguzzi” per giovani
ricercatori in geochimica.
Nel 1998 è diventato professore associato di Geochimica presso l’Università di Catania e nel 2006
si è trasferito definitivamente a Palermo.
Da oltre 20 anni Paolo Censi aveva ampliato i suoi campi di interesse ponendo la sua attenzione
sullo studio della distribuzione delle terre rare, Zr, Hf, Y e Ho in diversi ambienti geologici, con
riferimento alle tematiche ambientali ed alle potenziali applicazioni industriali dei processi
indagati. In particolare, si è occupato del comportamento delle terre rare in soluzioni acquose a
differente forza ionica, alla loro partizione tra la fase solida e quella liquida. Aveva inoltre
esplorato nuovi campi di interesse applicando i principi di Geochimica all’Ecologia e ed alla
medicina diventando editor di riviste come “journal of Ecology” o di libri come “Medical
Geochemistry. Geological materials an Health”, quest’ultimo ha dimostrato la validità delle
applicazioni dei principi di Geochimica in campo medico.
Ci piace anche ricordare che Paolo era una persona generosa che riusciva a comunicare ai suoi
studenti la passione per la ricerca che lo aveva sostenuto per tutta la sua vita professionale.
Ciao Paolo, ci mancherai e ricevi il nostro abbraccio, ovunque tu sia.

Porte aperte al Cnr: Palermo festeggiamo insieme i cento anni

In occasione dei 100 anni dalla nascita del Cnr, gli Istituti dell’Area della Ricerca di Palermo aprono le porte dal 9 al 13 ottobre 2023 con un ricco programma di eventi e attività: conferenze, seminari, mostre, giochi, webinar ed iniziative artistiche e divulgative.

Durante l’intera settimana dalle ore 9:30 alle 12:30 la sezione di Palermo dell’INGV sarà presente con uno stand dal titolo “I messaggi di Gea: vulcani, terremoti e cambiamenti climatici” in cui i ricercatori descriveranno per mezzo di alcuni modelli, strumentazioni e video, gli argomenti di ricerca che li vedono direttamente coinvolti nello studio dei principali fenomeni attivi del pianeta Terra quali i terremoti, le eruzioni vulcaniche ed il monitoraggio dell’atmosfera.

Inoltre, giorno 11 ottobre dalle ore 9:00 nell’ambito “Sostenibilità ambientale – aspetti multidisciplinari” si terrà il seminario “Cambiamenti climatici e impatto Antropico” a cura del dr. Giorgio Capasso e giorno 12 ottobre dalle ore 12:00 nell’ambito delle attività formative si terrà il seminario “Vulcanismo, Terremoti e dinamica terrestre” a cura del dr. Giorgio Capasso.

Link al sito web dell’evento: https://centenario.cnr.it/evento/porte-aperte-al-cnr-palermo-festeggiamo-insieme-i-cento-anni/

Il programma completo è disponibile su: http://www.area.pa.cnr.it/centenario/

Notte Europea dei Ricercatori 2023

Ancora un’altra edizione della Notte Europea dei Ricercatori, l’iniziativa promossa dalla Commissione Europea che mostra la diversità della scienza e il suo impatto sulla vita quotidiana dei cittadini in modo divertente e stimolante. Il programma completo delle iniziative dell’INGV al link https://www.ingv.it/stampa-e-urp/stampa/comunicati-stampa/notte-europea-dei-ricercatori-con-l-ingv-per-scoprire-il-nostro-pianeta

L’appuntamento con i ricercatori dell’INGV di Palermo è per venerdì 29 settembre dalle 18:30 al Campus Università per un OpenLab dal titolo “Conoscere i vulcani, i terremoti e il clima che cambia” nell’ambito del progetto sharper. https://www.sharper-night.it/evento/dimostrazione-conoscere-i-vulcani-i-terremoti-ed-il-clima-che-cambia/

Attraverso modelli, strumentazioni e video, le tematiche scientifiche oggetto dei loro studi, i ricercatori dell’INGV si soffermeranno sui principali fenomeni attivi del pianeta Terra quali i terremoti, le eruzioni vulcaniche, il monitoraggio del mare e dell’atmosfera.

Terremoti d’Italia

Terremoti d’Italia‘ è il titolo di una mostra itinerante organizzata dalla Protezione Civile Nazionale e partita da Catania lo scorso marzo e giunta nel capoluogo siciliano per la sua seconda tappa dal 17 aprile al 6 maggio. L’evento previsto il 4 maggio alle 15.30 col patrocinio della Protezione civile Regionale oltre ad altri prestigiosi partner, vuole essere un incontro formativo sul tema “Evento sismico: dall’esperienza alla prevenzione. Professionalità a confronto“.
Proprio per la sua finalità l’evento prevede una sessione teorica e una pratica all’interno della “stanza sismica” alla quale i partecipanti potranno accedere al termine della tavola rotonda. All’ evento parteciperà il direttore della sezione di Palermo, dott. Antonio Paonita, che discuterà sugli aspetti legati alle attività di monitoraggio dell’attività sismica.

IPANEMA

Loghi-Ipanema

Implementazione del laboratorio naturale ECCSEL di Panarea e dell’osservatorio marino

Il progetto “IPANEMA” PAnarea Natural laboratory of ECCSEL and MArine observatory – che coinvolge 4 partner pubblici: OGS – Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, quale soggetto proponente, INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, INFN- Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e SZN – Stazione Zoologica “Anton Dohrn” quali co-proponenti, con un budget complessivo di € 8.786.920,1, è finanziato dal PON – Programma Operativo Nazionale Ricerca e Innovazione 2014-2020. Finanziamento INGV di € 780.000,00.

Il progetto IPANEMA punta al Potenziamento di infrastrutture di ricerca connesse al consorzio europeo ECCSEL ERIC. In particolar modo si prevede di potenziare il laboratorio NatLab-Italy di ECCSEL ubicato sull’isola di Panarea.

L’ INGV realizzerà un sistema integrato multiparametrico per la misura della contaminazione da CO2 in ambiente marino e sottomarino che costituisce il potenziamento di una infrastruttura di ricerca INGV già esistente a Panarea. L’infrastruttura, composta da una meda e da un modulo sottomarino di monitoraggio, verrà potenziata strumentando la meda e dotandola di nuovi sistemi di produzione e accumulo di energia necessari ad alimentare il nuovo osservatorio multiparametrico sottomarino.

Il Sistema costituirà una piattaforma fissa e stabile per il monitoraggio a lungo termine della CO2 in aree marine prossime alla costa.

Attualmente il sistema permette la condivisione dei dati attraverso accesso da rete internet e il potenziamento renderà fruibili tutti i dati acquisiti e condivisi con quelli provenienti da tutte le infrastrutture sottomarine che verranno realizzate all’interno di IPANEMA a beneficio sia della comunità di ECCSEL che di tutta la comunità scientifica e industriale interessata agli effetti del rilascio di CO2 in ambiente sottomarino.

Il progetto prevede inoltre di acquisire un sofisticato sistema di rilevazione acustica da installare su imbarcazioni oceanografiche in grado di identificare emissioni di CO2 a fondo mare fino ad elevate profondità. L’acquisizione di un software appositamente realizzato per questa strumentazione, permetterà il post-processing dei dati di acustica attiva necessario alla identificazione, tra le anomalie riscontrate, delle emissioni contenenti CO2 quale gas a concentrazione più elevata

 

  • Fondo: FESR
  • Codice progetto: PIR01_00018
  • Asse – Azione: Asse II – Azione Progetti Tematici II.1 – Infrastrutture di ricerca

Giornata Mondiale dell’Acqua 2023 – “ACQUAVIVA: il Nudge degli Smart Citizens”

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua 2023, il prossimo 22 marzo dalle 10 alle 11.30 prende forma un’iniziativa dedicata agli studenti dei CPIA (Centro Provinciale Istruzione Adulti) e delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Si tratta di un’occasione per conoscere lo strumento di educazione digitale ambientale progettato secondo le buone pratiche europee del Digital Education Action Plan, ponendo in risalto la centralità delle azioni per il clima posta dal “Green Deal europeo”.
Il nudge è stato realizzato grazie al contributo del team Acquaviva degli Smart Citizen del CPIA La Spezia, guidato dalla prof.ssa Daniela Garau, e dalla ricercatrice dell’INGV della Sede di Lerici (sezione Roma 2) Giovanna Lucia Piangiamore, nella qualità di rappresentante del territorio, ed ha riscosso grande successo ottenendo il premio speciale “Social” per aver avuto più voti dal pubblico di Facebook e classificandosi quarto nella competizione “Fare pace con l’ambiente. Proposte territoriali di innovazione digitale per la transizione verde” all’hackathlon di EPALE EDUHACK 2022.
Di seguito il link per saperne di più: (https://epale.ec.europa.eu/it/blog/i-dodici-progetti-lambiente-di-epale-eduhack-2022).
Un’occasione imperdibile dunque.
Trovate allegato il programma dettagliato dell’evento. Per partecipare basta iscriversi cliccando su https://qrco.de/bdlWpp?trackSharing=1. Una volta iscritti riceverete il link per il collegamento il giorno prima dell’evento.

Gli appuntamenti dell’INGV:

https://www.ingv.it/stampa-e-urp/stampa/news/world-water-day-lingv-per-leducazione-ambientale

Esperienza inSegna | L’INGV a Palermo per la XIV edizione

Torna Esperienza inSegna, la manifestazione scientifica organizzata dall’Associazione PALERMOSCIENZA che, da martedì 14 a domenica 19 febbraio dalle ore 09:00 alle 13:00 presso il complesso Polididattico dell’Università Degli Studi di Palermo (Edificio 19 – Viale delle Scienze), coinvolgerà la Polizia Scientifica, il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) e altri Enti e scuole, di ogni ordine e grado, presenti sul territorio.
Prendendo spunto dall’Agenda 2030, il tema di quest’anno è ispirato alle opere di Italo Calvino e mette l’accento sul ruolo della letteratura nella comunicazione scientifica nell’ambito delle celebrazioni del centenario della nascita dello scrittore.
La sezione di Palermo dell’INGV in collaborazione con l’Osservatorio Etneo parteciperà con lo stand dal titolo: La lava di un vulcano fa risalire il dio degli Inferi, ispirato a “L’altra Euridice”, uno dei racconti che compongono le Cosmicomiche di Italo Calvino”.

Maggiori informazioni sono disponibili sul portale web dell’INGV: https://www.ingv.it/it/stampa-e-urp/stampa/comunicati-stampa/5304-esperienza-insegna-l-ingv-a-palermo-per-la-xiv-edizione
Link al sito web dell’evento: https://www.palermoscienza.it/esperienza-insegna/
Scarica qui il programma della manifestazione: https://www.esperienzainsegna.it/programma-2023/

13 Gennaio 2023 | Parole per la terra. Giornata dell’alfabetizzazione sismica

Il 13 gennaio 2023 ricorre la Quarta Giornata dell’Alfabetizzazione Sismica, la manifestazione che l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia promuove per parlare di terremoti, di ambiente, di vulcani e dell’importanza delle nostre azioni per la prevenzione sismica e per la salvaguardia della Terra. Un’occasione speciale per conoscere le attività di ricerca e servizio dell’INGV e per condividere con tutti la nostra costante attenzione verso il territorio, l’ambiente e la mitigazione dei rischi.
La sezione di Palermo dell’INGV propone un seminario “Alla scoperta dei terremoti e vulcani” a cura di Fabio Sposito presso l’Istituto Comprensivo Statale “Domenico Scinà – Gaetano Costa” di Palermo.

In questa quarta edizione verranno proposte iniziative in molte sedi dell’INGV situate in tutto il territorio nazionale.

Il Programma completo della giornata è disponibile sul portale web dell’INGV: https://www.ingv.it/it/musei-e-mostre/mostre/13-gennaio-2022-parole-per-la-terra-giornata-dell-alfabetizzazione-sismica  

Attività divulgativa per la Scuola Secondaria di Primo Grado Paritaria PAOLO VI – RHO (MI)

  • Data inizio evento:
  • Data fine evento:
  • Attività divulgativa:
  • Ricercatori e Tecnici che hanno partecipato:
  • Numero di classi:
  • Grado della scuola: